Essere a Malta per una vacanza studio significa studio e gran divertimento. Ma non ti dimenticare di visitare anche alcuni tra i posti più belli dell’isola, perché ne vale veramente la pena.

1. La Valletta

La VallettaLa capitale di Malta, La Valletta, è sicuramente uno dei migliori posti da visitare. È una città sempre viva e pulsante, ed è uno dei poli commerciali e amministrativi dell’isola.

Tantissimi sono i turisti e gli studenti che ne affollano le strade, i locali e i negozi ogni giorno.

È un luogo che si può definire senza tempo, perché tra le sue vie e i suoi scorci, si può ancora respirare e immaginare l’atmosfera antica che la contraddistingue (è stata edificata a partire dal 1566).

Camminando per le vie de La Valletta si possono infatti trovare luoghi storici affascinanti e scorgere meraviglie dietro ogni angolo, tra cui chiese antiche e palazzi storici.

È  molto frequentata anche nelle ore serali e notturne, quando piazzette, bar e i tradizionali cafè si riempiono di gente.

Cosa vedere se siete a La Valletta?

Lungomare di La Valletta – Vittoriosa
Da un’occhiata alla live webcam puntata sul lungomare de La Valletta.

St. George’s Square
Da un’occhiata alla live webcam puntata sulla piazza di St. George.

Altri luoghi di interesse a La Valletta:

  • Concattedrale di San Giovanni
  • Palazzo del Grande Maestro
  • Sacra Infermeria
  • Forte Sant’Elmo

2. Gozo

Gozo

Gozo è una delle due isole, assieme a Comino, che si trovano vicino a Malta.

Non è un’isola molto grande, circa 67 km² di superficie, e la sua capitale è la città di Victoria.  È raggiungibile via traghetto da Malta e non ha scali aerei diretti.

La bellezza di Gozo sta nei suoi luoghi storici senza tempo ancora immutati, nei suoi scorci di mare cristallino e nelle città dove la tradizione è ancora celebrata come un tempo, insomma un tranquillo paradiso per chi vuole fare un salto indietro nel tempo.

Gozo è stata riconosciuta come la famosa isola di Calypso citata nell’Odissea di Omero.

La sua capitale, Victoria è una cittadina fortificata che ospita la maggior parte degli abitanti dell’isola. Da sopra le sue mura è possibile godere di una vista mozzafiato su tutta l’isola, imperdibile per chi visita la città.

Gozo inoltre è un’isola che ha un’intensa e allegra vita notturna ideale da trascorrere tra i molti ristoranti,  locali, bar, discoteche e feste paesane.

Cosa vedere se siete a Gozo?

Città di Victoria

È denominata anche Rabat (in maltese Ir-Rabat Għawdex)  ed è la capitale di Gozo.

È una città murata antica e ancora densa di storia e tradizione.

Caratteristici sono i suoi scorci e le sue vie, oltre ai mercati e alle feste paesane che si svolgono immerse in un ambiente rilassato e gioioso.

La parte antica della città di Victoria è la Cittadella, le cui origini sono antichissime.  Da non perdere assolutamente è una passeggiata lungo gli alti bastioni, da cui si gode un panorama mozzafiato.

Grotta di Calypso

Si trova in prossimità di una delle spiagge più belle di Gozo, Ramla Bay (vai alla guida delle 10 spiagge più belle di Malta). È famosa perché si ritiene sia la grotta a cui si fa riferimento nell’Odissea di Omero,  dove la ninfa Calipso secondo la tradizione, tenne Ulisse come prigioniero d’amore.

È possibile raggiungere la grotta di Calypso tramite un sentiero, percorribile anche in auto.
Nelle vicinanze non ci sono né abitazioni, né negozi o servizi, che si possono invece trovare in prossimità della spiaggia di Ramla Bay.

Sempre nella zona delle baia è inoltre possibile vedere le rovine di una fortificazione costruita dai Cavalieri di Malta, a metà del XVIII secolo.

Le spiagge

Le spiagge di Gozo sono tra le più belle di tutto l’arcipelago. Sono caratterizzate da una natura ancora immutata e selvaggia, e dalle conformazioni molto diverse una dall’altra.

Oltre alla già citata Ramla Bay (vedi la nostra guida delle 10 spiagge più belle di Malta), con la sua famosa sabbia rossa finissima e il suo mare azzurro cristallino, da vedere assolutamente ci sono le spiagge San Blas Bay, Daħlet Qorrot e Hondoq ir-Rummien.

San Blas Bay è molto suggestiva e poco frequentata dai turisti, quindi ideale per chi vuole godere della vista di un posto splendido e ancora immutato, distante dalle resse di turisti che affollano invece le spiagge più famose.

Non è comodissima da raggiungere perché la strada per arrivarci è piuttosto rovinata e in pendenza.

Daħlet Qorrot invece è più turistica e frequentata. La particolarità di questo splendida baia è l’utilizzo che fanno i pescatori del luogo delle molte grotte e formazioni rocciose che ci sono, utilizzate negli anni come rimesse e depositi per le barche e gli equipaggiamenti.

Hondoq ir-Rummien è una spiaggia rocciosa che non ha sabbia ma sassi, caratterizzata da fondali bassi e acqua cristallina, l’ideale per chi ama praticare snorkeling e immersioni (guarda la guida ai 10 divermenti…).
Da questa spiaggia è anche possibile vedere l’isola di Comino.

Dwejra Bay

È uno dei luoghi più famosi e suggestivi di Gozo, anzi dell’intero arcipelago. Si tratta di una struttura naturale sul mare, creata milioni di anni fa in seguito a fenomeni geologici.

Gli scorci creati da questo antico processo sono sono stati ribattezzati:

Finestra azzurra, o Azure Window, una specie di porta di accesso dalla quale è possibile ammirare le acque cristalline che fanno capolino al di la della scogliera.

Inland Sea, una specie di laguna interna con acque basse e collegata al mare aperto da uno stretto naturale.

Fungus Rock, una sorta di piccola isola rocciosa immersa tra acque poco profonde e cristalline.

Sulle scogliere a strapiombo e sulle conformazioni rocciose  che si sono formate e che sono emerse, è possibile ammirare i resti fossili delle creature marie risalenti al periodo miocenico.

Scogliera di Ta’ Cenc

Luogo suggestivo splendido per godersi una vista mozzafiato sul mare. La scogliera di Ta’ Cenc è una sorta di piattaforma  a 100m di altezza.

Templi di Ggantija

Si tratta di un sito decretato dall’UNESCO “partrimonio culturale dell’umanità” ed è costituito dao da due templi risalenti al 3.600 a. C. e formati da alcuni blocchi di pietra  alti sei metri. Tra i ritrovamenti fatti in questo luogo, famosi sono il bassorilievo del serpente e la Venere di Malta.

Saline di Qbajjar

Le Saline di Qbajjar sono delle vasche scavate direttamente nella roccia al tempo dei Cavalieri di Malta, utilizzate per l’estrazione del sale marino.

3. Comino

CominoL’isola di Comino si trova in mezzo tra l’isola di Malta e quella di Gozo. È una delle isole definite come “Calipsee”, riferimento alla leggenda di Omero raccontata nell’Odiessea,  dove si racconta che la ninfa Calipso tenne Ulisse come prigioniero d’amore.

L’isola non è grande, ha un’estensione di 3,5 km² e non è abitata da locali, a parte 4 persone che sembra siano gli unici abitanti fissi. Nell’isola è presente solamente un hotel per ospitare i turisti.

Comino è conosciuta per essere un posto selvaggio e tranquillo, che ospita alcuni tra gli scorci sul mare più belli e suggestivi di tutto l’arcipelago. È anche una riserva faunistica.

Per i suoi posti splendidi (come la famosa Blue Lagoon) Comino è letteralmente presa d’assalto dai turisti, soprattutto nei mesi estivi.

Cosa vedere se siete a Comino?

Blue Lagoon

La Blue Lagoon o Laguna Blu, è sicuramente il posto più famoso e spettacolare di Comino. La piccola baia rocciosa è particolarmente rinomata per l’acqua incredibilmente cristallina che rende i fondali e le acque basse adiacenti alla baia, uno spettacolo per gli amanti delle immersioni e snorkeling.

Torre di Santa Maria

Costruita  nel 1618 la Torre di Santa Maria si trova nella parte sud-est dell’isola. Venne costruita, assieme alle altre torri, come punto d’osservazione in caso di invasioni.

Pare sia stata restaurata da privati con l’aiuto di uno dei 4 abitanti dell’isola di radici Siciliane.

Santa Marija Bay

La baia di Santa Maria è una piccola spiaggia lambita dal mare turchese, dove è possibile campeggiare in libertà. È il posto ideale per godere della stessa acqua cristallina presente nella Blue Lagoon, evitando però tutta la ressa di turisti, è infatti un posto molto più tranquillo e appartato.

Cominotto

Cominotto è un piccolo isolotto che si trova a 150 metri dalla riva di Comino ed è tranquillamente raggiungibile anche nuoto.

4. Templi di Hagar Qim e Mnajdra

Templi di Hagar Qim e MnajdraSi tratta di un complesso di templi risalenti al neolitico. È patrimonio riconosciuto dall’UNESCO e si dice siano i templi più antichi al mondo.

Questo sito è caratterizzato da monumenti maestosi dei quali ancora oggi si sa poco,  soprattutto sul reale scopo e utilizzo, e questo rende l’atmosfera ancora più affascinante perché intriso di mistero.

Il primo tempio, Hagar Qim che significa “pietre che stanno in piedi” è composto da diverse stanze circolari, con altari e molti elementi ornamentali. Gli numerosi e maestosi blocchi di pietra vanno a costituire un ambiente complesso e molto articolato al cui interno si trovano numerose stanze e corridoi.

Dal primo templio, tramite una discesa verso il mare, si raggiunge l’altro tempio, Mnajdra. Questo sito si trova in una posizione davvero particolare in quanto si affaccia sul mare e offre un panorama stupendo sulla costa e sulla vicina isoletta di Filfla.

Mnajdra è composto da 3 templi distinti. il primo, sulla sinistra, che risale al 3600-3200 a.C. è il più antico. Quello di sinistra invece, che risale al 3000 a.C., è stato costruito in modo tale che durante i giorni di solstizio e equinozio i raggi del sole, all’alba, passino attraverso la porta principale formando un gioco di luce davvero suggestivo.

L’unica cosa un po’ spiacevole di questo sito sono le grandi tensostrutture bianche di forma circolare che coprono entrambi i templi, installate nel 2009. Rovinano un po’ il paesaggio ma sono molto importanti per preservare le costruzioni dall’erosione meteorologica.

Per accedere ai templi si paga un biglietto, di circa 10€, e ci sono degli orari precisi da rispettare.

5. Mdina

MedinaMdina o Medina in italiano, è l’antica capitale di Malta, una città fortificata conosciuta anche come “la Città Vecchia” ed è storicamente conosciuta come residenza delle famiglie nobili di Malta.

È chiamata anche città silente per l’atmosfera che trasmette e il clima di pace e serenità che si prova passeggiando per le sue strade.

Un’autentica meraviglia costruita interamente in pietra locale di colore ocra, assolutamente senza auto e traffico, e con dei piccoli vicoli dove intrufolarsi tra Cattedrali e palazzi d’altri tempi.

Mdina ha una storia che risale a più di 4.000 anni fa ed è in grado di affascinare i suoi visitatori con la sua atmosfera senza tempo e i suoi tesori culturali e religiosi.

Vista da lontano è una città bella e maestosa, nella quale ogni palazzo racchiude una storia affascianante.  Per accedere alla parte centrale di Mdina, si devono superare delle fortificazioni attraversando una delle due antiche porte di accesso, la Main Gate e la Greek’s Gate.

Nel 1693 un terremoto distrusse molti degli edifici di Mdina, molti dei quali vennero poi ricostruiti.

La città di Mdina è poco distante dal villaggio di Rabat, dove si trova la famosa “Grotta di San Paolo”.

La città è un vero e proprio centro commerciale, un mercato di importanza vitale per l’economia agricola dell’entroterra.

Write A Comment