La Valletta è una città piena di storia e di fascino. Ecco un itinerario alla scoperta della capitale di Malta

La Valletta, la capitale della Repubblica di Malta, è un insieme di tante città così diverse e così uguali tra di loro. Se desideri andare nel capoluogo maltese per studiare l’inglese, ti troverai catapultato in un luogo magico, allegro e a tratti disordinato, con numerosi vicoletti in cui perderti per respirare a pieno l’atmosfera dell’isola ed ammirare le case locali.

Il pregio di La Valletta è che parliamo di una piccola città, che si può visitare a piedi in un solo giorno se non hai molto tempo libero a tua disposizione. Lo studio intensivo è certamente stancante ed è ovvio che trovandoti a Malta potresti prediligere le spiagge incontaminate anziché visitare la città, ma prenditi del tempo per La Valletta. Le distanze sono davvero brevi e ne vale assolutamente la pena.

Cosa vedere a La Valletta in un giorno

Una cosa che non tutti sanno è che il centro storico di La Valletta è stato dichiarato patrimonio mondiale dell’umanità dall’UNESCO. I suoi 7.000 anni di storia ed il suo perfetto stato di conservazione la rendono una meta molto ambita a tutte le età, grazie anche alla sua incredibile vicinanza con l’Italia.

Forte Sant’Elmo

Il Forte Sant’Elmo sorge sulla punta settentrionale della Valletta e prende il nome dal Santo patrono dei marinai. Quando nel 1565 gli Ottomani invasero l’isola, il forte ebbe un ruolo chiave: permise alla popolazione di resistere ben 28 giorni, il tempo necessario ai rinforzi spagnoli di arrivare in soccorso degli isolani.

Ad oggi ospita l’Accademia di Polizia dell’isola e il National War Museum, luogo in cui sono esposte varie testimonianze della Seconda Guerra Mondiale tra cui la George Cross (conferita da Re Giorgio VI a Malta per il valore dimostrato) ed un biplano in perfetto stato di conservazione. Ad ogni modo, all’interno del Museo è possibile ripercorrere non solo quegli anni bui, bensì tutta la storia di Malta: dalla preistoria fino ai giorni nostri.

Upper Barakka Gardens

Se sei indeciso su cosa vedere a La Valletta, gli Upper Barakka Gardens fanno parte di quelle mete imperdibili all’interno della capitale. Offrono uno splendido panorama sulle penisole di Senglea e Vittoiosa e sul porto di La Valletta e non a caso sono la location scelta per il Delicata Wine Festival (ne abbiamo parlato nel nostro articolo dedicato agli eventi a Malta)

All’interno dei giardini è presente una splendida fontana e numerosi monumenti dedicati a personaggi protagonisti della storia maltese (e non). Gli Upper Barakka Gardens esistono dal XVI secolo e furono costruiti come svago per i Cavalieri di Malta. Imperdibile il colpo di cannone a cui potrai assistere tutti i giorni alle 12:00, presso la Saluting Battery.

Co-cattedrale di San Giovanni

Assolutamente da non perdere la Co-cattedrale di San Giovanni, roccaforte del cristianesimo nel XVI secolo. Fu costruita per volere dei Cavalieri di Malta come simbolo del proprio potere e per proteggere la fede cattolica dai numerosi attacchi dei turchi ottomani.

Non farti ingannare dal suo esterno: l’interno della cattedrale è molto sontuoso, per lo più in stile barocco, per questo merita assolutamente una visita. Interessante anche la pavimentazione, che è un complesso intarsio di circa 400 lapidi in marmo con diversi epitaffi latini in memoria e commemorazione dei Cavalieri di San Giovanni defunti.

Inoltre, all’interno della Co-cattedrale sono presenti otto cappelle che omaggiano le diverse regioni o Stati da cui provenivano i Cavalieri di Malta e all’interno dell’oratorio si possono ammirare diverse opere artistiche quali la Decollazione di San Giovanni Battista di Caravaggio e il San Girolamo scrivente.

Palazzo del Gran Maestro

Il Palazzo del Gran Maestro, oggi sede del Parlamento, è uno tra gli edifici più maestosi di tutta La Valletta. Costruito nel XVI secolo per volere del Gran Maestro Fra Pietro del Monte, fu subito destinata come residenza per i Cavalieri di Malta.

La parte dell’edificio destinata al Parlamento ed agli uffici del Presidente della Repubblica maltese chiaramente non è visitabile, ma il resto dell’edificio è aperto al pubblico come museo. Tra le opere presenti, una serie di dipinti che raccontano il Grande Assedio del 1564 da parte dei turchi ottomani, ma anche arazzi del diciottesimo secolo provenienti dal Belgio che rappresentano il Nuovo Mondo. Infine, merita una visita anche l’armeria del Palazzo, che mostra la natura e le armi dei Cavalieri di Malta.

Museo nazionale di archeologia

Se sei appassionato di storia, non puoi perderti il Museo nazionale di archeologia. La sua collezione di reperti provenienti dai templi megalitici delle isole maltesi, lo rende tra i posti assolutamente da visitare a La Valletta (anche quando si ha solo un giorno a disposizione). Questi reperti includono tra le altre cose: ornamenti, statuette, altari ed utensili ritrovati nel sito archeologico di Ggantija a Gozo e nei luoghi di culto di Hagar Qim, Mnajdra e Hal Tarxien.

Teatro Manoel

Proseguendo il nostro tour a La Valletta, arriviamo al Teatro Manoel, uno trai i teatri più antichi di tutta Europa. Fu costruito nel 1731 sotto commissione di António Manoel de Vilhena, Gran Maestro dei Cavalieri di Malta. Ambiente molto lussuoso, si può visitare durante il giorno oppure, se desideri assistere ad uno spettacolo serale, potrai farlo durante la stagione teatrale che va da settembre a maggio.

Altri luoghi di interesse da visitare a La Valletta

Muoversi a Malta è molto semplice. La Valletta si può vedere tranquillamente in un solo giorno, ma se desiderate vedere tutto con più calma, consigliamo un paio di giorni a cui aggiungere altri luoghi di interesse che non abbiamo menzionato, come ad esempio l’Auberge de Castille, le Tre Città, il monumento ai caduti e i vecchi magazzini (poco turistici ma trendy e conosciuti tra i maltesi).

Se si è fatta sera hai due opzioni: tornare verso il tuo alloggio a Malta oppure gustare un aperitivo a base di Kinnie, la bevanda nazionale a base di arance amare, erbe ed aromi naturali. Proprio al Valletta Waterfront, ovvero i vecchi magazzini di cui parlavamo poco sopra, troverai numerosi bar e ristorantini in cui sederti per goderti il fascino di una città splendida.

Write A Comment