Malta è uno tra i Paesi più piccoli del mondo, ma nonostante le sue ridotte dimensioni è uno tra i posti da visitare almeno una volta nella vita

 

Città antiche, lagune turchesi, rovine di templi, giardini lussureggianti, catacombe, vita notturna sfavillante, scuole di inglese, set cinematografici e sport acquatici: visitare Malta significa accedere ad un’offerta molto vasta di attività.

L’arcipelago maltese può rivelarsi una vera e propria scoperta, adatta davvero a tutti i gusti. Prima di partire, però, ecco le dodici cose che dovresti assolutamente sapere.

 

1. Malta è stata parte dell’Impero britannico

Dall’inizio del XIX secolo fino alla metà del XX secolo, Malta fu sotto il dominio britannico.

Il 21 settembre del 1964, a seguito di un periodo d’instabilità politica dato dal secondo dopoguerra, Malta ottenne l’indipendenza dalla Gran Bretagna diventando membro del Commonwealth. Mantenne quindi il mondarca del Regno Unito come capo di Stato, con titolo di Regina di Malta, e nominò un Governatore per il potere esecutivo. Infine, dieci anni dopo, Malta divenne Repubblica con un proprio Presidente a capo dello Stato.

Dal 2003, grazie ad un referendum che ottenne il 53,65% dei consensi, l’arcipelago maltese è entrato a far parte dell’Unione Europea.

 

2. L’inglese è tra le lingue ufficiali di Malta

Non è raro sentire di persone che partono per frequentare un corso di inglese a Malta. Questo perché l’inglese è tra le due lingue ufficiali dell’arcipelago, parlata dalla quasi totalità della popolazione.

Fino al 1934, anche l’italiano era ingua ufficiale insieme al maltese e all’inglese, ma in quell’anno il Governo britannico decise di abolirla.

 

3. Se affitterai un’auto, occhio alla guida

Se deciderai di visitare Malta affittando un’auto, proprio per non perderti nemmeno una tra le numerose cose da verdere, ricordati che l’influenza britannica è evidente anche in questo aspetto. Infatti, a Malta si guida a sinistra e ti raccomandiamo di prestare bene attenzione alle regole stradali proprio per evitare spiacevoli situazioni.

 

4. Occhio al caricabatterie o al phon

Quarta cosa da sapere su Malta: prima di partire ti consigliamo di acquistare degli adattatori per prese di corrente UK. Come il Regno Unito, anche Malta utilizza la spina G.

Se ti dimentichi di acquistarlo in Italia, non ti preoccupare: sull’isola troverai numerosi negozi che li vendono e spesso si trovano anche negli hotel o negli ostelli.

 

5. A Malta si paga in Euro

Diciamo stop all’influenza britannica: la valuta maltese è l’Euro dal 2008, anno in cui anche il Paese più piccolo dell’Unione Europea ha deciso di adottare la moneta unica.

 

6. Visitare Malta vuol dire vivere un’esperienza unica

Se non sai cosa visitare a Malta, non faticherai a trovare luoghi magici in cui fermarti ad ammirare la bellezza dell’isola.

scorcio di Mdina visitare malta

Malta ha una storia di oltre 7000 anni e durante i millenni l’isola ha subito influenze dai popoli più svariati: fenici, romani, normanni, turchi e molto altro ancora. Molte di queste antiche civiltà hanno lasciato il segno nel Paese: troverai tantissime cose incredibili da vedere, uniche nel loro genere.

Leggi anche la top 5 dei luoghi da visitare a Malta

 

7. Visitare Malta richiederà molto più tempo di quel che credi

È facile dare per scontato che, dal momento che Malta è un Paese minuscolo, non hai bisogno di molto tempo per esplorare l’isola. Non a caso, il web è pieno di guide che parlano di cosa visitare a Malta in due o cinque giorni.

Visitare l’arcipelago in un weekend non è abbastanza: ci vuole almeno una settimana per gustarsi a pieno tutta la bellezza del luogo ed in abbinamento puoi anche pensare di iscriverti ad uno dei numerosi college a Malta per unire lo svago allo studio dell’inglese.

Assolutamente da non perdere La Valletta, la Laguna Blu, Mdina, Marsaxlokk, Paceville, Rabat e San Anton Palace / Gardens, St. Peter’s Pool, le Dingli Cliffs, le Three Cities ed il Popeye Village.

 

8. Valuta di utilizzare gli Hop On Hop Off per spostarti

Come muoversi a Malta? Sicuramente ci sono diverse opzioni per farlo: autobus pubblici, auto, bicicletta oppure gli Hop On Hop Off, quei vivaci bus turistici a due piani che popolano quasi tutte le principai città.

Più veloci degli autobus pubblici, in quanto toccano solo i principali punti di interesse, puoi accordarti con l’autista per strappare un prezzo giornaliero molto conveniente.

Le due maggiori compagnie che effettuano questo servizio sono: City Sightseeing e Malta Sightseeing.

 

9. Hai sete? Prediligi l’acqua in bottiglia

L’acqua del rubinetto di Malta è tecnicamente potabile ma è costituita da acqua di mare desalinizzata, quindi ha un gusto molto particolare che non a tutti piace. I negozi alimentari ed i supermercati si trovano in tutta l’isola e puoi acquistare tranquillamente dell’acqua in bottiglia.

Per ridurre i rifiuti puoi acquistare delle casse d’acqua e riempire una borraccia riutilizzabile da portarti durante i mini-tour che farai sull’isola.

 

10. Non dimenticarti di visitare le spiagge rocciose

Le spiagge più belle di Malta sono sia sabbiose che rocciose. Se per comodità si tende a prediligere la sabbia, non dimenticarti di fermarti alla St. Peter’s Pool o alla Laguna Blu: entrambi luoghi incredibili dove rilassarsi o fare una bella nuotata tra le acque cristalline.

 

11. Controlla sempre gli orari di apertura dei negozi

I negozi a Malta sono sempre aperti nei giorni feriali, ma alcuni potrebbero chiudere prima delle 21:00. Il clima mediterraneo, inoltre, favorisce la “siesta” ed alcune attività chiudono nell’orario di pranzo per riaprire nel tardo pomeriggio.

Diversi negozi sono chiusi la domenica. Poiché Malta è un Paese molto cattolico, il settimo giorno viene spesso dedicato al riposo.

Se hai intenzione di visitare dei negozi specifici, quello che ti possiamo consigliare è di controllare in anticipo gli orari di apertura.

 

12. A Malta è (quasi) sempre festa

Malta celebra molte feste religiose e civili e, a volte, i festeggiamenti si svolgono in tutto il Paese. In estate poi non mancano gli eventi ed i festival che animano tutto l’arcipelago: si va dalla cultura alla musica, passando per l’enogastronomia e molto altro.

Ti consigliamo di controllare il calendario degli eventi a Malta per pianificare al meglio il tuo viaggio, magari approfittando proprio della splendida atmosfera che si respira sull’isola quando è festa.

Write A Comment